23 Ottobre 2021
person
area privata
visibility
News

Fondazione per un mondo libero dalla droga: NO alla Droga, cogliamo dall'emergenza i veri valori della Vita

29-03-2020 20:00 - Società e Costume
Tra i numerosi effetti che il coronavirus sta causando a livello planetario, c’è sicuramente un diffuso nuovo punto di vista sulla vita e i suoi valori. Ciò che fino a metà gennaio, data dell’esplosione dell’epidemia in Cina, sembrava non avere valore o comunque poteva essere considerato di secondaria importanza, ora è diventato importante se non, addirittura, essenziale.
Improvvisamente è emersa La consapevolezza che la vita che tutti stavamo conducendo ci avrebbe portato su un binario morto. Senza ritorno.

I rapporti interpersonali, la famiglia, il rispetto dell’ambiente, delle regole e del bene comune, la vita stessa erano valori di cui si sentiva parlare accanitamente e con convinzione nei dibattiti in TV, di cui ci si riempiva la bocca nei proclami e nelle campagne elettorali, per essere poi rimessi nel cassetto dei buoni propositi.

Chi individuava l’immigrato come il problema principale della società, ha capito che in certe situazioni siamo tutti uguali e non c’è colore della pelle o etnia che tenga.

Improvvisamente lo stesso problema tocca tutti indistintamente: nord e sud del mondo, oriente ed occidente, società ricche ed opulente e povere. Tutti indistintamente! Nessuno può affermare: “arrangiatevi, il problema non mi interessa”. Se dobbiamo individuare qualcosa di positivo in questo dramma planetario, è che un semplice virus è riuscito a risvegliare le coscienze e ristabilire un corretto ordine d’importanza nella scala dei valori della vita.

In questo momento, per un volontario impegnato da anni nella prevenzione alla droga, è facile fare una similitudine tra l’impotenza generale davanti alla lotta al virus e quella di un tossicodipendente in mano alla sostanza che lo schiavizza.

Parlando con i ragazzi delle comunità di recupero per tossicodipendenti emerge un comune denominatore: la droga toglie il valore ad ogni cosa; la vita stessa è messa in secondo piano davanti alla “dose liberatrice” che li farà scappare dalla realtà, un senso di impotenza mentale ancora prima che fisica, pervade chi fa uso di droga. La stessa impotenza mentale che sta pervadendo gran parte della popolazione mondiale.

Da circa 25 anni i volontari di Fondazione per un Mondo Libero dalla Droga e della Chiesa di Scientology sono in prima linea nella guerra contro quella che il filosofo e umanitario L. Ron Hubbard definiva come “l’elemento più distruttivo presente nella nostra cultura attuale”, guerra che continueranno a fare nonostante i vincoli utilizzando tutti gli altri mezzi di comunicazione per raggiungere i ragazzi e le loro famiglie con la Verità sulla Droga.

Voglio sperare, anzi ne sono certo, che questa esperienza che sta segnando così profondamente la società, sarà motivo di riflessione anche per tanti giovani che hanno riposto nella droga il loro scopo prioritario da raggiungere, e che la voglia di VITA, quella vera, quella con i VALORI per tanto tempo trascurati, possa portarli a credere in sé stessi e pensare che vivere liberi dalla droga è l’unica via d’uscita per rinascere a nuova VITA.

Nel sito www.noalladroga.it si trovano informazioni scientifiche ed esperienze reali sulle conseguenze causate da tutte le droghe, si possono ordinare e ricevere gratuitamente i materiali informativi.


Fonte: Redazione Cagliari Live
Nickname




[offerte di lavoro a Cagliari]

Realizzazione siti web www.sitoper.it
close
ACCEDI

NON SONO REGISTRATO

crea account
invia ad un amico
chiudi
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Informativa Privacy e Cookies
Privacy Policy
Cookie Policy
torna indietro leggi Informativa Privacy e Cookies  obbligatorio

close
Utilizziamo i cookies
Questo sito utilizza cookie propri al fine di migliorare il funzionamento e monitorare le prestazioni del sito web e/o cookie derivati da strumenti esterni che consentono di inviare messaggi pubblicitari in linea con le tue preferenze, come dettagliato nella Cookie Policy. Per continuare è necessario autorizzare i nostri cookie. Cliccando sul pulsante ACCONSENTO, acconsenti all'uso dei cookie. Ignorando questo banner e navigando il sito acconsenti all'uso dei cookie.
Cookie Policy - Privacy Policy
Accetta i cookies necessari