23 Ottobre 2021
person
area privata
visibility
News

L'urlo di disperazione delle partite Iva: "Così rischiamo la morte!"

28-03-2020 13:21 - Società e Costume
Il Coronavirus ha messo in ginocchio l'economia mondiale. Nei prossimi mesi i risultati saranno certamente drammatici ed ancora più reali, perché presenteranno un conto salatissimo. Le partite Iva, sono senza dubbio la categoria che a causa di questa pandemia, pagherà in maniera piu profonda. Le misure contenute nel famoso Decreto Cura Italia, sono ritenute assolutamente insufficienti, da coloro che comunque dovranno affrontare delle spese 'vive", senza avere nel proprio "salvadanaio" denaro liquido per farvi fronte. La loro richiesta va oltre le misure prese dal Governo. Chiedono infatti misure che siano un vero schock fiscale. "L'unica strada perseguibile per evitare la morte di tante partite Iva, è quella di cancellare il pagamento delle tasse per tutto l'anno in corso". Ovviamente questo provvedimento non deve prevedere ulteriori recuperi, ma deve essere una sorta di amnistia fiscale. Solo in questa maniera, secondo le partite Iva, potrebbe essere possibile proseguire a produrre. In caso contrario rialzare la testa sarà pressoché impossibile, e tutte le misure adottate risulteranno vane per tante partite Iva, che soccomberanno in maniera definitiva. Per l'Italia sarà un colpo mortale, che non può permettersi.

Fonte: Marco Tavolacci
Nickname




[offerte di lavoro a Cagliari]

Realizzazione siti web www.sitoper.it
close
ACCEDI

NON SONO REGISTRATO

crea account
invia ad un amico
chiudi
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Informativa Privacy e Cookies
Privacy Policy
Cookie Policy
torna indietro leggi Informativa Privacy e Cookies  obbligatorio

close
Utilizziamo i cookies
Questo sito utilizza cookie propri al fine di migliorare il funzionamento e monitorare le prestazioni del sito web e/o cookie derivati da strumenti esterni che consentono di inviare messaggi pubblicitari in linea con le tue preferenze, come dettagliato nella Cookie Policy. Per continuare è necessario autorizzare i nostri cookie. Cliccando sul pulsante ACCONSENTO, acconsenti all'uso dei cookie. Ignorando questo banner e navigando il sito acconsenti all'uso dei cookie.
Cookie Policy - Privacy Policy
Accetta i cookies necessari