24 Ottobre 2021
person
area privata
visibility
News
starstarstarstar_borderstar_border(2)

La garanzia della possibilità di riabilitarsi passa per la Comunità La Collina

07-08-2020 11:00 - Società e Costume
La comunità La Collina di Don Ettore Cannavera, a Serdiana, si trova ancora una volta al centro dell'attenzione quale luogo di ripristino dei valori morali e culturali.

L'operato del suo direttore, Don Ettore, come quello degli educatori, è da considerarsi senz'altro un fiore all'occhiello nel panorama regionale e, senza troppa modestia, anche su quello nazionale, se si considera quanto giovamento e redenzione riescano a sperimentare gli ospiti: ragazzi che sono cascati nel duro errore di commettere atti al di fuori della legge e che grazie alle cure e attività all'interno di questa comunità, riescono a ritrovare la via per una vita maggiormente improntata sull'onestà e il rispetto, prima di tutto di se stessi, ma ovviamente anche degli altri.

Sarà la preparazione di Don Ettore e della sua equipe di educatori, sarà l'apertura di questa comunità a orizzonti culturali che non tutti sono pronti ad accettare di primo impatto, saranno gli innumerevoli eventi culturali, sarà il filo logico che tramite l'avvaloramento della spiritualità, di fatto questa comunità conduce le persone a guardare quanto si possa vivere meglio se si mettono in primo piano i valori umani, ognuno dei quali può rappresentare le peculiarità di ognuno di noi e che allo stesso tempo ci uniscono in quanto sono ciò che di più naturale rappresenta la volontà fondamentale di ogni persona.

Al fine di incentivare questo lavoro, a luglio 2019, con la supervisione di Ignazio Deriu, i ragazzi ospiti della comunità hanno preso parte al percorso educativo basato sui precetti del libro La Via della Felicità, di L. Ron Hubbard. Il modo più corretto per descrivere in che modo sia stato affrontato questo percorso sarebbe descritto affermando che si è trattato di una chiacchierata settimanale su argomenti quali “Abbi cura di te stesso”, “Dà un buon esempio”, “Fai fronte ai tuoi obblighi”, “Cerca di trattare gli altri come vorresti essere trattato tu” e soprattutto “Fiorisci e Prospera”, il più ampio invito alla rinascita individuale che si possa dare a chi si sia cacciato in guai apparentemente irrisolvibili per chi ignora le trappole che la vita di tanto in tanto riserva.

Con la consegna degli attestati di partecipazione, nella serata di martedì 28 luglio, i ragazzi ospiti della comunità, hanno concluso questo percorso educativo esprimendo quanto abbiano potuto osservare le azioni commesse nelle loro vite. Azioni talvolta non proprio ottimali al fine di determinare sopravvivenza per se stessi e gli altri, talvolta effettivamente dannose, ma per le quali hanno potuto stabilire come fare per non commetterle ancora. “Per il mio futuro spero di andare avanti seguendo questi valori, aiutando le persone vivendo la vita serenamente. Questi valori devono stare sempre nel cuore”, ha detto uno di loro. “La via della felicità si concretizza quando facciamo qualcosa nella quotidianità. Anche noi abbiamo messo in pratica tutta una serie di pensieri che hanno portato al benessere psicofisico. Grazie al gruppo mi sento parte di una famiglia che sa ben pensare” è la testimonianza di un altro di loro.

Per concludere: la comunità La Collina ancora una volta si mostra un faro nelle buie notti col mare in burrasca grazie al quale anche l'approdo più difficile può essere effettuato. La convinzione germogliata può essere descritta con le parole scritte da L. Ron Hubbard nell'epilogo del libro da cui ha preso spunto questo percorso di riabilitazione e miglioramento personale dei ragazzi: “Non esiste persona viva che non possa dar vita ad un nuovo inizio”.






Fonte: Redazione Cagliari Live
Valutazione complessiva
5 stelle
1
4 stelle
0
3 stelle
0
2 stelle
0
1 stelle
1
starstar_borderstar_borderstar_borderstar_border
Alex71 07-08-2020
Giornali da non leggere
Ma siete il giornale di scientologi? Il vostro idolo e Salvini ma pubblicate solo sui cinque stelle!
starstarstarstarstar
Cagliari Live Magazine 07-08-2020
Risposta per Alex71
Ciao Alex71 ti ringraziamo per il tuo commento. Ciò che hai scritto non può che farci piacere. In primis perchè se ne deduce che tu segua il nostro giornale e ti ringraziamo per questo. Il tuo commento è una dimostrazione di come il nostro giornale non è condizionato da quelle che potrebbero essere le nostre idee personali, ma è un giornale libero che da spazio e voce a tutti, compreso te, che come dimostrato dal commento che hai potuto scrivere, hai avuto la possibilità di esprimerti e raccontare la tua opinione. I nostri lettori sono di destra e di sinistra, ciascuno ha il proprio orientamento religioso, il nostro giornale è libero e da spazio a tutti. Il nostro Giornale racconta fatti di cronaca, attualità, Costume, Arte e Politica. Lo fa in maniera neutrale e non permettiamo che l'ideologia politca o religiosa dei nostri redattori influenzi in qualche modo i contenuti della nostra Testata. Grazie per averci dato la possibilità di chiarire questa cosa importante.
Nickname




[offerte di lavoro a Cagliari]

Realizzazione siti web www.sitoper.it
close
ACCEDI

NON SONO REGISTRATO

crea account
invia ad un amico
chiudi
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Informativa Privacy e Cookies
Privacy Policy
Cookie Policy
torna indietro leggi Informativa Privacy e Cookies  obbligatorio

close
Utilizziamo i cookies
Questo sito utilizza cookie propri al fine di migliorare il funzionamento e monitorare le prestazioni del sito web e/o cookie derivati da strumenti esterni che consentono di inviare messaggi pubblicitari in linea con le tue preferenze, come dettagliato nella Cookie Policy. Per continuare è necessario autorizzare i nostri cookie. Cliccando sul pulsante ACCONSENTO, acconsenti all'uso dei cookie. Ignorando questo banner e navigando il sito acconsenti all'uso dei cookie.
Cookie Policy - Privacy Policy
Accetta i cookies necessari