25 Settembre 2021
person
area privata
visibility
News
percorso: Home > News > CRONACA ITALIANA

Migranti. Caserma Serena: Lancio di oggetti contro i medici che dovevano effettuare i tamponi

15-08-2020 16:45 - CRONACA ITALIANA
TREVISO - Nuovo episodio di violenza, avvenuto ieri, presso di centro di accoglienza per migranti di Treviso, situato all'interno della Caserma Serena.

Il personale medico incaricato di effettuare i tamponi è stato aggredito con il lancio di oggetti da parte di alcuni migranti alloggiati all'interno della struttura.

A seguito di questo episodio, per ragioni di sicurezza è stato bloccato il traffico lungo tutta la strada che costeggia la caserma.

E’ stato il Sindaco di Treviso, Mario Conte a riferire questo nuovo l’episodio nella sua pagina Facebook.

Lo stesso scrive:
“Alla Caserma Serena è andato in scena l’ennesimo VERGOGNOSO episodio di violenza contro gli operatori di Ulss 2 e le Forze dell’ordine.
Alcuni richiedenti asilo hanno scagliato oggetti contro gli operatori sanitari giunti nella struttura per i tamponi.
La circolazione è momentaneamente interdetta lungo la strada che costeggia la Caserma”.

Poi, con una nota di esasperazione, il Primo cittadino conclude il suo post con le parole:
“La misura è colma: i delinquenti, una volta finita la quarantena (attualmente i positivi sono 155 su 255 tamponi eseguiti tra mercoledì e giovedì), vanno mandati a casa. LORO”.


Fonte: Redazione Cagliari Live
Nickname




[offerte di lavoro a Cagliari]

Realizzazione siti web www.sitoper.it
close
ACCEDI

NON SONO REGISTRATO

crea account
invia ad un amico
chiudi
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Informativa Privacy e Cookies
Privacy Policy
Cookie Policy
torna indietro leggi Informativa Privacy e Cookies  obbligatorio

close
Utilizziamo i cookies
Questo sito utilizza cookie propri al fine di migliorare il funzionamento e monitorare le prestazioni del sito web e/o cookie derivati da strumenti esterni che consentono di inviare messaggi pubblicitari in linea con le tue preferenze, come dettagliato nella Cookie Policy. Per continuare è necessario autorizzare i nostri cookie. Cliccando sul pulsante ACCONSENTO, acconsenti all'uso dei cookie. Ignorando questo banner e navigando il sito acconsenti all'uso dei cookie.
Cookie Policy - Privacy Policy
Accetta i cookies necessari