16 Luglio 2020
News

Nessuna proroga per la Convenzione Tirrenia

23-11-2019 11:21 - Novembre 2019
Non ci sarà nessuna proroga alla compagnia Tirrenia, il governo lo ha già formalmente comunicato.

Ricordiamo che nei mesi scorsi il Leader di Unidos Mauro Pili aveva presentato un ricorso alla Procura della Repubblica di Roma contro l'eventualità di una proroga della convenzione dello Stato con Cin-Tirrenia.

Questa la sintesi del documento: " “La convenzione dello Stato con Cin-Tirrenia va rescissa e non prorogata.
Chiunque del Ministero delle infrastrutture e trasporti dovesse perseguire la proroga dell'illegittima e illegale convenzione deve essere perseguito penalmente.
Si tratterebbe di un illecito favoreggiamento e arricchimento ingiustificato e ingiustificabile di una società privata.
Lo Stato aveva 8 anni per gestire la nuova continuità territoriale, arrivare all'ultimo momento per poi decidere una proroga significa aver palesemente perseguito il favoreggiamento della ex Tirrenia e di Onorato.
Questa ipotesi non deve nemmeno essere presa in considerazione. Chiunque lo facesse deve essere perseguito anche sul piano erariale per un grave danno alle casse dello Stato”.

Dunque accolta la " denuncia" di Mauro Pili e in risposta con un'interpellanza fatta al governo è stato quindi dichiarato: "La scadenza contrattuale del 18 luglio 2020 ha richiesto l'attivazione, da parte del Ministero, delle procedure per la riassegnazione dei servizi di trasporto marittimo con le isole maggiori e minori, nel rispetto della normativa comunitaria e nazionale.
Il 20 giugno del 2019 il Ministero ha comunicato alla società esercente Compagnia Italiana di Navigazione l'avvio della procedura di riaffidamento del nuovo servizio e quindi la cessazione della convenzione alla scadenza contrattuale. Ai fini della pubblicazione del bando di gara deve essere effettuata una specifica attività istruttoria, in corso di svolgimento, che tenga conto sia del contenuto della delibera dell'Autorità di Regolazione dei Trasporti n. 22/2019 – che ha, per la prima volta, disciplinato la singola fase dell'affidamento – sia della normativa europea (Disciplina 2012/C 8/03 - Decisione 2012/21 sui servizi di interesse economico generale)".

Quindi, come dichiarato dallo stesso Pili la Regione da un anno era a conoscenza di tutto ma l'assessore ha continuato a negare qualsiasi coinvolgimento.

Da questo quadro emergono quindi alcuni possibili scenari sul futuro del trasporto marittimo da e per la Sardegna,ma come ha concluso Pili nell'articolo del suo Blog : non bisogna abbassare la guardia, dinanzi all'inadeguatezza della regione sarda e della rappresentanza parlamentare sarda occorre vigilare e continuare a perseguire una proposta di nuova continuità territoriale che sappia rispettare il libero mercato ma nel contempo garantire i servizi fondamentali ed essenziali del servizio pubblico!

Per avere un quadro completo leggi la dichiarazione completa di Mauro Pili.


Fonte: Redazione Cagliari Live



Informativa Privacy e Cookies
Privacy Policy
Cookie Policy
torna indietro leggi Informativa Privacy e Cookies  obbligatorio



DIVENTA FAN DI CAGLIARI LIVE

Segui tutte le nostre notizie mettendo Like alla nostra Pagina
Cagliari Live di Garau Salvatore . - Loc. Case Sparse San Sperate - Cagliari
Tel. 3477722578 -
Testata Giornalistica iscritta al Tribunale di Cagliari con n° 8/2019
P. Iva 03859880928
infocagliarilive@gmail.com - infocagliarilive@pec.it

Il prodotto è stato inserito nel carrello

continua lo shopping
vai alla cassa
close
Richiedi il prodotto
Inserisci il tuo indirizzo email per essere avvisato quando il prodotto tornerà disponibile.



Richiesta disponibilità inviata
Richiesta disponibilità non inviata
invia ad un amico
chiudi
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Informativa Privacy e Cookies
Privacy Policy
Cookie Policy
torna indietro leggi Informativa Privacy e Cookies  obbligatorio

close
ACCEDI

NON SONO REGISTRATO

crea account