19 Settembre 2020
News

Nidi Violati: come manipolare un figlio e strapparlo ad una famiglia per bene.

13-04-2020 15:50 - Società e Costume
Ho ricevuto dalla autrice il libro “Nidi Violati”, lo ho letto tutto d'un fiato.
In ogni parola, in ogni riga, in ogni pagina, leggevo fatti abominevoli e strazianti, purtroppo però fatti reali che sono abituata a sentire da anni e che in parte ho vissuto sulla mia pelle.
I genitori hanno descritto senza paura una realtà più comune di quello che si pensa, sono stati in grado di gestire la situazione con fermezza e tenacia, due rocce è stato il mio pensiero.
Il loro racconto mi riporta ad un argomento a me caro e a cui mi dedico da anni: la manipolazione psicologica e i falsi ricordi indotti.
Nel libro nidi violati troviamo tutto questo e anche di più. Non entro nel dettaglio perché mi pacerebbe che in tanti lo leggessero, tra l'altro in un momento in cui i bambini sono in pericolo e preda di avvoltoi che li vedono esclusivamente come fonte di arricchimento.
Chiara viene prelevata da scuola in un giorno qualunque e viene condotta in una casa-famiglia, il cui luogo non è dato sapere ai genitori. Genitori che si vedono il mondo crollare addosso senza capire il perché. Il perché lo scopriranno presto assieme alla rete di infamie e persone che hanno lavorato mesi, anni per arrivare a questo.

L'accusa è di maltrattamenti e abusi da parte del padre di Chiara. Molti conoscono la sensazione di sbigottimento, incredulità, disperazione che assale difronte alle false accuse fatte a genitori per bene, invito chi ha avuto la fortuna di non vivere questo dramma a chiudere gli occhi e ad immaginare per un minuto di essere improvvisamente accusati falsamente di azioni aberranti come l'abuso sessuale e i maltrattamenti sui loro figli, sono sicura che non proverete neanche un decimo della reale disperazione che pervade questi genitori.

Ciò che più sconvolge in queste situazioni è la consapevolezza che a muovere queste accuse siano proprio i figli. Come è possibile? Come è successo? È più che possibile quando si ha la disavventura di incontrare sulla propria strada dei narcisisti manipolatori. Molti attribuiscono il comportamento manipolatorio alla cattiveria, che sicuramente in minima parte c'è, ma in realtà parliamo di persone disturbate psicologicamente con problematiche psichiatriche che necessitano di cure, il manipolatore vuole essere in possesso totale del controllo, deve gestire l'altrui vita per sentirsi lievemente appagato, il suo ego è protagonista di ogni suo pensiero ed azione, non prova la minima empatia per nessuno, figli compresi, e per raggiungere i suoi scopi è disposto a tutto.

Nel caso della storia di Chiara il manipolatore è stato uno psicologo scolastico che ha approfittato del periodo adolescenziale di una ragazza per instillarle nella mente delle gravi falsità sul padre.

Lo psicologo manipolatore si ergeva ad un essere superiore: “Io ti salverò”, “ora non sei più sola”, “combatteremo insieme”, “soffro con te”, “chiamami” questi solo alcuni dei messaggi che un professionista adulto mandava ad una ragazza minorenne all'insaputa dei genitori.

La trappola era stata ben organizzata. E si! I manipolatori sono dei bravi organizzatori, studiano ogni passo con scrupolosa lucidità anche per questo non è semplice scoprirli, subito per lo meno.
A partecipare a questa sceneggiata dell'horror sono stati una professoressa, la madre di una compagna di Chiara e gli ASS. Sociali, per citare i protagonisti assoluti.

Manipolare la mente è possibile ad ogni età, quanti adulti finiscono nelle grinfie delle sette, figuriamoci quanto sia facile manipolare la mente di un bambino o di un adolescente.
Si, anche gli adolescenti sono manipolabili!!!
Qualche professionista sostiene di no, cosa assolutamente non vera, l'adolescenza è una fase di transizione per corpo e mente, non ci vuole uno scienziato per capirlo, mi domando come sia possibile che alcuni psicologi, psicoterapeuti, neuropsichiatri neghino la manipolazione sui minori, tutti gli studi di psicologia si basano in un modo o nell'altro su argomenti che ruotano intorno alla percezione, al modellamento, all'imitazione.

Perché questi professionisti che pubblicamente dichiarano che la manipolazione è impossibile continuano a lavorare? Perché l'ordine degli psicologi continua ad averli come iscritti? Sarebbe come andare dal medico e sentirsi dire che i farmaci non servono.
Quale è lo strumento usato dal manipolatore? In verità ne usa diversi ma quello che gli permette di raggiungere il suo scopo è il falso ricordo, l'istigazione nella mente attraverso la manipolazione di ricordi falsi. ricordi inventati, creati ad arte, inculcati. Si fa leva sulla momentanea criticità del minore, un periodo di stress, la separazione dei genitori, la conflittualità con i genitori tipica dell'adolescenza etc. per insinuarsi nella mente e nell'anima.

Come viscidi serpenti strisciano lentamente con meticolosità, studiando strisciata dopo strisciata le azioni da intraprendere sino ad avvinghiare totalmente nella loro morsa la psiche per possederla e gestirla a loro piacimento.
A questo punto tutto è possibile, complici i professionisti che gravitano intorno ai minori che non hanno la minima preparazione e competenza e in molti casi guidati dal Dio denaro.

Grazie per avermi mandato il libro e permesso di parlare di questo abuso, un abuso che tu, tuo marito e soprattutto tua figlia avete subito. Mi vergogno di appartenere ad uno Stato che dimostra ogni giorno di più di non avere a cuore il bene dei minori, gli adulti di domani. A voi va la mia stima per avere avuto il coraggio di denunciare e di non arrendervi mai. Come stanno facendo migliaia di genitori in Italia.
Invito tutti alla lettura di “Nidi Violati”. mailto:nidiviolati@libero.it

È il 1992, quando a Philadelphia, nasce la “False Memory Sindrome Foundation”; nasce con lo scopo di dimostrare come gran parte dei racconti di abusi sessuali subiti durante l'infanzia siano in realtà̀ basati su falsi ricordi, indotti dai terapisti o dovuti ad una sorta di autosuggestione.
Prof. Avv. Guglielmo Gulotta: “Quando affermo che la Carta di Noto è il precipitato di tanto sapere, invito ad andare su Google Scholar, che dà conto alla produzione scientifica in relazione a differenti argomenti. Si può̀ vedere come ci sono 141.000 pubblicazioni che parlano delle domande a minori vittime, 41.800 articoli sull'alienazione parentale e 23.400 pubblicazioni sulla suggestionabilità̀ dei bambini. Una delle cose su cui porre l'attenzione sono proprio le domande suggestive, ossia quelle che affermano più̀ di quanto non chiedano (“quando ti ha toccato il papà?” – quindi lo ha toccato; “con quante dita?” - quindi almeno con un dito ecc.).
…Purtroppo, un autorevole rappresentante di questi Centri scrive su un famoso settimanale “la convinzione da cui bisogna partire è che il bambino non è facilmente influenzabile da chi lo ascolta e racconta solo le cose che ha vissuto” come anche “la possibilità̀ di indurre in lui dei ricordi falsi è sostanzialmente assente” (noi stessi invece lo abbiamo dimostrato sperimentalmente) (Articolo G.Gulotta e D.Ercolin), e altri accusano chi ha opinioni diverse di essere “negazionisti” (negando essi la verità̀ dello “olocausto dell'abuso”) e di operare “suggestioni negative” sui bambini attraverso metodi di ascolto troppo “neutrali”. I nostri protocolli estraggono da tutta la più̀ accreditata letteratura scientifica in argomento, dei principi utili per i professionisti. Coloro che non tengono conto dei protocolli prodotti, conoscono questa letteratura?”. Fonte: http://www.fondazionegulotta.org

Vi invito a documentarvi su:
Loftus e Mazzoni (1998) che hanno sviluppato un paradigma per l'installazione di un falso ricordo infantile, in studenti universitari, relativo all'essersi persi durante una particolare occasione all'età di cinque anni. Il tutto con la collaborazione dei familiari dei soggetti in esame.
Mazzoni, G. A. L., Loftus, E. F., & Kirsch, I. (2001). Changing beliefs about implausible autobiographical events: A little plausibility goes a long way. Journal of Experimental Psychology: Applied, 7(1), 51–59. https://doi.org/10.1037/1076-898X.7.1.51












Fonte: Mariangela Campus





DIVENTA FAN DI CAGLIARI LIVE

Segui tutte le nostre notizie mettendo Like alla nostra Pagina
Cagliari Live di Garau Salvatore . - Loc. Case Sparse San Sperate - Cagliari
Tel. 3477722578 -
Testata Giornalistica iscritta al Tribunale di Cagliari con n° 8/2019
Direttore Responsabile Graziella Marchi
P. Iva 03859880928
infocagliarilive@gmail.com - infocagliarilive@pec.it

Il prodotto è stato inserito nel carrello

continua lo shopping
vai alla cassa
close
Richiedi il prodotto
Inserisci il tuo indirizzo email per essere avvisato quando il prodotto tornerà disponibile.



Richiesta disponibilità inviata
Richiesta disponibilità non inviata
close
ACCEDI

NON SONO REGISTRATO

crea account
invia ad un amico
chiudi
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Informativa Privacy e Cookies
Privacy Policy
Cookie Policy
torna indietro leggi Informativa Privacy e Cookies  obbligatorio