23 Gennaio 2022
person
area privata
visibility
News
percorso: Home > News > Sport

Cagliari-Salernitana: le parole di Walter Mazzarri alla vigilia

25-11-2021 12:32 - Sport
Domani sera alle 20.45 il Cagliari ospiterà la Salernitana nella gara valida per la 14^ giornata di Serie A. Un crocevia per entrambe le squadre che dovranno necessariamente ripartire da qui per intraprendere la strada giusta per il loro campionato. Alla vigilia dell'incontro Walter Mazzarri ha parlato in conferenza stampa per presentare la sfida. Intanto il punto sugli infortunati: Godin ancora fermo per un affaticamento ai flessori della coscia destra ed è da valutare. Pavoletti ha un affaticamento retto femorale della coscia destra.


Sui titolari. La formazione la vedrete in campo, è bene non dare vantaggi agli avversari. Dalbert oggi prova, faccio l'ultima prova oggi e domattina. Anche loro non sanno chi gioca, domani lo vedremo.


Sulla sfida contro il Sassuolo. Mi è piaciuto che rispetto ad altre volte fino all'ultimo minuto abbiamo tentato anche di vincerla. Dopo la partita vi ho detto che le mie squadre hanno sempre dato l'anima fino all'ultimo secondo e l'abbiamo fatto. Non ci siamo accontentati del 2-2. Forse se c'era una squadra che doveva vincere eravamo noi. Anche domani vorrei una squadra aggressiva come successo contro il Sassuolo. Quel poco di tempo che abbiamo avuto per preparare la gara lo abbiamo impiegato sul correggere gli errori che abbiamo fatto.


Sul Cagliari operaio e giovane. Non guardo mai la carta d'identità dei miei giocatori. Guardo come si allenano e cerco di mandare in campo chi è più in forma. Ad esempio, da quando ho visto Grassi che è stato con me quei 15 giorni ha acquisito una condizione fisica ottimale e l'ho mandato in campo. Non si può prescindere da una condizione atletica importante. I ritmi sono altissimi e tutti corrono, vanno a mille. Se non andiamo almeno a quanto vanno loro, possiamo avere problemi.


Sulla Salernitana. Ho visto l'ultima partita loro. Sembra assurdo, ma contro la Sampdoria se avessero sfruttato meglio le occasioni che hanno avuto, potevano pareggiarla. Aspettiamoci una squadra difficile, ma dobbiamo andare oltre e pensare a noi. Se riusciamo a fare quello che sappiamo, possiamo andare bene. Non dobbiamo sottovalutare niente.


Sugli attaccanti e sull'obiettivo. Pavoletti oggi prova, ma non si è mai allenato: vediamo se lo recupero per domani. Se giochi in un certo modo puoi far punti anche contro chi non ti aspetti. Noi pensiamo solo a domani e poi da lì ci aggiorniamo. Piano piano ho recuperato qualche giocatore e qualche altro ha ripreso la condizione. Dobbiamo pensare solo alla partita successiva e farla al meglio.


Sulla mentalità. E' vero, abbiamo reagito subito dopo il gol subito. Noi prepariamo la partita e si va in campo a pensare di fare quello che si è preparato al massimo. Poi nell'intervallo si decide se fare qualche cambiamento o meno. Come base non bisogna pensare al risultato. Se la squadra sta bene, deve andare avanti senza porsi limiti e avere paura nè fare calcoli.


Su Strootman. Si è allenato bene, sono stati tre giorni intensi. Contro il Sassuolo siamo cresciuti nel finale perché ho fatto 4 cambi. Devo considerare gli 11 titolari e i 5 cambi, perché gli ingressi freschi possono fare la differenza nel finale. Sono felice perché sto recuperando dei giocatori importanti. Bisogna essere al top.


Sul mercato
. Intanto non è ancora aperto e bisogna arrivare a quella data con più punti possibili. A gennaio, al momento debito, si parlerà di tutto. La mia preoccupazione è solo quella che i miei giocatori attuali vadano in campo nelle migliori condizioni possibili.


Sulla rosa. Si è fatto anche contro la Roma una grande gara, quando mancavano 6 giocatori, poi alla fine si è persa la partita perché si cala. E' difficile che i giocatori mantengano lo stesso ritmo, la stessa intensità nei 90'. Sono contentissimo e spero che rientrino proprio tutti e si possano allenare per sostenere i ritmi che richiede il calcio attuale.


Sull'attacco. Joao e Keita sono due giocatori importanti. Joao sta bene e aiuta anche in fase difensiva. Anche Keita è un attaccante generoso e da lui pretendo un po' di più. Quando avrà trovato la condizione migliore ci darà ancora di più.


Sulla primavera. Non vedo l'ora di far esordire qualcuno. ho visto già 3-4 ragazzi che sono quasi pronti. Il giovane però va messo in squadra quando la squadra va a mille. Altrimenti lo bruci. Contro il Sassuolo a livello di gioventù eravamo una delle squadre più giovani della Serie A. Se vedo ragazzi pronti, non ho problemi. Io guardo il campo. Sono contento anche di avere un settore giovanile molto ben attrezzato. Quando sarà il momento, se ci saremo tirati fuori da questa situazione, sarà bello farli esordire.


Sul suo Cagliari ideale. Ho visto dei progressi dopo le partite brutte come contro l'Empoli e a Firenze, un po' meglio a Bologna... Con il Sassuolo ho visto tante cose positive e appena abbiamo avuto la possibilità li abbiamo messi in difficoltà. Siamo in crescita e sono ottimista ma cauto perché voglio conoscere meglio la squadra dal punto di vista caratteriale.

Maria Laura Scifo
Nickname




[offerte di lavoro a Cagliari]

Realizzazione siti web www.sitoper.it
close
ACCEDI

NON SONO REGISTRATO

crea account
invia ad un amico
icona per chiudere
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Informativa Privacy e Cookies
Privacy Policy
Cookie Policy
Informativa privacy aggiornata il 21/01/2022 09:48
torna indietro leggi Informativa Privacy e Cookies  obbligatorio