14 Giugno 2024
eventi
percorso: Home > eventi > eventi

Dal 22 al 25 giugno a Neoneli (OR) la settima edizione del festival culturale Licanìas

22-06-2023 / 25-06-2023 - eventi
Gio
22
Giu 2023
dove: LEONELLI ( ORISTANO )

È stata presentata questa mattina in videoconferenza stampa la settima edizione di Licanìas, il festival in programma a Neoneli dal 22 al 25 giugno. Ad aprire l'incontro il sindaco del piccolo borgo del Barigadu, Salvatore Cau, che ha sottolineato l’importanza della cultura «come base per la crescita di una comunità; e del coinvolgimento della Consulta giovanile come segnale incoraggiante per il futuro. Per un paese di 650 abitanti – ha precisato il sindaco – senza ristoranti o alberghi, è fondamentale organizzare un festival che esca dai propri confini per diventare un evento territoriale. Per questo abbiamo coinvolto biblioteche, scuole e librerie non solo del Barigadu, per una serie di attività che vanno oltre i quattro giorni di Licanìas»

La presentazione del festival è stata anche l’occasione per incontrare il nuovo direttore artistico Giuseppe Culicchia, tra più apprezzati scrittori italiani, che a Neoneli ha dedicato un racconto nel 2018 al seguito di una residenza artistica. A lui il compito di presentare il programma e soprattutto il tema conduttore della rassegna: Muri. «È un tema di grande attualità che fotografa molto bene il nostro tempo. Se la caduta del Muro di Berlino ha rappresentato l’inizio di una fase di pacificazione, dialogo e apertura, gli anni che viviamo ci raccontano l’erigersi di nuovi muri, nuovi conflitti, nuove barriere. Ci sono poi i muri che non vediamo, quelli sociali, eredità di una pandemia che ci ha privati del contatto e della condivisione; e i muri generazionali, in un Paese in cui è sempre più ampio il divario tra chi è tutelato dai diritti conquistati nel tempo, e chi quei diritti se li è visti azzerare, grazie alla chimera di un precariato rivenduto come forma di libertà che invece impedisce ai più di immaginarsi, costruirsi un futuro».

A declinare il tema del festival anche la mostra Il muro degli angeli, curata da Anna Rita Punzo. «Il muro degli angeli – ha spiegato – è il nome dato da Alda Merini alle pareti della stanza da letto nella sua casa sui Navigli. Il ricordo di quegli ambienti e del sorriso della poetessa riemergono dalle fotografie dell’artista sarda Giusi Calia, che ebbe modo di conoscerla e di ritrarla. Da qui l’idea di realizzare un doppio racconto, che allarga lo sguardo a coloro che vennero confinati dentro i muri degli ospedali psichiatrici e a chi, come Alda Merini, è sopravvissuta a quella forma di detenzione. Autori e interpreti di questo progetto saranno due protagonisti dell’arte contemporanea sarda: Giusi Calia, appunto, e Ruben Mureddu, già protagonista di un progetto artistico nei locali dell’ex ospedale psichiatrico di Rizzeddu, a Sassari. Un’esperienza che ha portato alla realizzazione di 30 opere pittoriche che saranno visitabili a Neoneli».
Il borgo di Neoneli si prepara ad accogliere una nuova edizione di Licanìas, festival di parole, arti e musica promosso dall'Amministrazione comunale del piccolo centro nel cuore del Barigadu, in provincia di Oristano. In programma 26 appuntamenti con 31 ospiti in 5 diverse location, a partire da giovedì 22 sino a domenica 25 giugno.

Cambio della guardia alla direzione artistica, quest'anno sulle spalle dello scrittore torinese Giuseppe Culicchia, che cementa così il suo legame con Neoneli dopo la residenza artistica di sei anni fa dalla quale è nato il racconto "Neoneli, un (in)canto", presentato al Salone del libro di Torino nel 2018.

A Licanìas saranno quattro giorni di incontri e riflessioni attorno al tema "Muri", scelto da Culicchia come filo conduttore di questa edizione. «Nuovi muri sono spuntati ovunque – spiega il direttore artistico - a dividere, frammentare, parcellizzare. Lo si è fatto in tema di diritti, in un'incessante, insensata lotta tra ultimi e penultimi e ultimi tra gli ultimi, intanto che dal discorso pubblico spariva un tema che al contrario dovrebbe essere centrale, quello del lavoro».

Tra gli ospiti di quest'anno grandi protagonisti del mondo culturale italiano, scrittrici e scrittori, divulgatori, performer e musicisti: da Vasco Brondi a Silvia Ballestra, da Gino Castaldo a Ritanna Armeni, da Eraldo Affinati a Mario Tozzi. E ancora Tommaso Pincio, Nadia Terranova e molti altri.

Al via giovedì 22 giugno

Si comincia giovedì 22 giugno alle 18 con i saluti inaugurali a Casa Cultura. A seguire la presentazione - guidata da Giuseppe Culicchia - di Un pessimo affare (Solferino 2022), libro di Giovanni Bianconi che ricostruisce i misteri della strage di via D'Amelio. Alle 19,30 il festival prosegue in Sala Corrale per il taglio del nastro della mostra Il Muro (Degli Angeli) con opere fotografiche di Giusy Calia e dipinti di Ruben Mureddu; opere che "sono l'eco delle voci oltre i muri degli istituiti psichiatrici, riverberano persistenze emotive ed entità residuali sedimentate in opifici della memoria ghermiti dal tempo e lacerati dalle ferite dell'oblio": parole di Anna Rita Punzo, curatrice della mostra che nel titolo si ispira alla poesia e alle pareti piene di scritte, numeri e disegni della camera da letto di Alda Merini, tra gli scatti di Giusy Calia in visione a Neoneli.

In serata, a declinare il tema di Licanìas edizione numero sette sarà Duilio Caocci, docente di Lettere dell'Università di Cagliari, attraverso una lectio informale su vita e opere di Melchiorre Murenu (dalle 21,30 a Casa Cultura). E in chiusura di giornata, poesia a bolu, improvvisazione poetica con Giuseppe e Diego Porcu accompagnati dal Tenore S'Angelu di Neoneli. Appuntamento alle 22 sempre a Casa Cultura.

Gli appuntamenti di venerdì 23

A partire da venerdì 23 giugno Licanìas entra nel vivo con incontri in programma dal mattino sino a tarda sera. Si comincia alle 10 a Casa Cultura con un intervento dello storico dell'Università di Cagliari Giampaolo Salice dal titolo Chiudende abbattute. Storia e memorie di uno spazio pubblico. A seguire Giuseppe Culicchia incontra uno dei maggiori scrittori italiani, Eraldo Affinati, per parlare del suo Il Vangelo degli Angeli (Harper & Collins 2021), una grande e ambiziosa riscrittura dei Vangeli che invita a tornare a Gesù, a occuparsi degli ultimi.

Nel pomeriggio il festival si sposta sul palco di Largo Margherita, dove alle 16,30 Ginevra Bompiani, a colloquio con Giuseppe Culicchia, presenta La penultima illusione (Feltrinelli 2022), il memoir pubblicato l'anno scorso da Feltrinelli, in cui ricorda e riflette sulla sua vita: la condizione di figlia di un rinomato editore, l'infanzia tra Milano e Firenze, l'esperienza della guerra e una pace da scoprire, i viaggi e gli incontri con personalità come Umberto Eco, Italo Calvino, Elsa Morante, Giorgio Manganelli, Giorgio Agamben, la fondazione di una casa editrice, le battaglie vinte e quelle perse, ma sempre con determinazione.

Spazio poi a uno dei volti più autorevoli della divulgazione scientifica in Italia, Mario Tozzi, protagonista di un grande racconto dei nostri mari con Mediterraneo inaspettato (Mondadori 2022), l'ante-storia del nostro mare attraverso la voce delle specie che lo abitano e dei loro antenati. Alle 18,30 riflettori puntati su Vasco Brondi, amatissimo cantautore della scena indipendente italiana che, accompagnato da Francesca Atzas, racconta il suo Paesaggio dopo la battaglia (La Nave di Teseo 2022). Sul palco l'immancabile chitarra per una sorpresa finale.

La fascia serale, votata alle fasi più performative del festival, si apre alle 22 con Roberto Mercadini che porta in scena Little Boy, storia incredibile e vera della bomba atomica, uno spettacolo che unisce fisica quantistica e storia del ‘900 per un racconto pieno di estremi che si toccano: orrore e ironia, calcoli perfetti e casualità assurde, genio e idiozia. Chiusura in musica, intorno a mezzanotte, con i SUUUPERFUNK!!!, ovvero Jim Solinas all'organo hammond, Frankie B Goode alla chitarra elettrica e Antonio Argiolas alla batteria.

Sabato 24 la terza giornata

La giornata di sabato 24 giugno prende il via alle 10 da Casa Cultura, dove Piersandro Pallavicini, in conversazione con Giovanni Cocco, presenta Il figlio del direttore (Mondadori 2023). A seguire una delle più apprezzate scrittrici italiane, Gaia Manzini, dialoga con il direttore artistico del festival a proposito del suo La via delle sorelle (Bompiani 2023), un romanzo che riflette sull'amicizia e sui legami, sospeso tra l'indagine letteraria e il memoir.

Gli appuntamenti pomeridiani in Largo Margherita si aprono alle 16,30 con l'ospite internazionale di questa edizione, lo scrittore tedesco (originario della DDR) Ingo Schulze, che a Neoneli presenta La rettitudine degli assassini (Feltrinelli, 2022). In conversazione con Giuseppe Culicchia per la traduzione di Stefano Zangrando, un dialogo sull'amore per i libri e sull'irruzione della Storia nella coscienza individuale.

Storica firma di Repubblica e voce nota della radio, Gino Castaldo sarà al centro del secondo appuntamento del pomeriggio per parlare – in dialogo con i giornalisti Nicola Muscas e Andrea Tramonte – del suo recentissimo Il cielo bruciava di stelle (Mondadori 2023) in cui racconta un periodo di straordinaria intensità per la musica italiana, fra il 1979 e il 1981, intrecciando storie di vita e di musica di nove suoi protagonisti: Fabrizio De André, Lucio Dalla, Vasco Rossi, Lucio Battisti, Francesco De Gregori, Pino Daniele, Franco Battiato, Francesco Guccini e Rino Gaetano.

Le atmosfere di una Roma assediata dai nazisti fanno da sfondo a Il secondo piano (Ponte alle Grazie 2023), il nuovo romanzo di una giornalista e scrittrice dalla lunga storia e dalla grande autorevolezza come Ritanna Armeni, al centro del successivo incontro, moderato da Chiara Miscali a partire dalle 18,30.

Alle 22, lo spettacolo serale riporta al centro dei riflettori Gino Castaldo che in, perfetta sintonia con il tema del festival, presenta The Wall, un racconto per parole e video musicali della storia dei Pink Floyd e, in particolare, di un disco che prende forma come una straordinaria e universale allegoria: quel muro personale che Roger Waters sentiva tra sé e il mondo.

Alle 24 Licanìas sceglie la musica del trio sardo Malasorti per augurare al suo pubblico la buonanotte: con Emanuele "Lele" Pittoni alla voce e Francesco Bachis alla tromba, le atmosfere elettrodub di Francesco Medda, in arte Arrogalla.

Sipario sul festival domenica 25 giugno

Domenica 25 giugno l'ultima, ricca giornata di incontri e parole prende il via sempre alle 10 e sempre a Casa Cultura. Primo ospite Tommaso Pincio con il suo Diario di un'estate marziana (Perrone, 2022), il racconto di una curiosa passeggiata per Roma che finisce per diventare un viaggio nel Novecento. Dialoga con l'autore Giuseppe Culicchia cui è affidato anche il successivo ospite, Mattia Signorini con il suo romanzo Una piccola pace (Feltrinelli, 2022), una storia potente e commovente, ambientata durante la prima Guerra Mondiale e quasi fuori dal tempo, eppure, proprio oggi, sorprendentemente attuale.

Nel pomeriggio, in Largo Margherita alle 16,30, appuntamento con Silvia Ballestra che in La Sibilla (Laterza 2022), libro candidato al Premio Strega 2023, ripercorre l'intensa vita di Joyce Lussu. Modera l'incontro Danilo Lampis con interventi musicali a cura del Tenore di Neoneli. Luca Briasco apre poi una breccia su uno dei più grandi scrittori viventi grazie al suo Stephen King (Salani 2023). Briasco, che di King è il traduttore italiano, in conversazione con Giovanni Cocco condurrà il pubblico nel mondo inquietante del maestro dell'horror.

Scrittore, studioso di teologia, filologo, storico della letteratura, Igor Sibaldi, è il protagonista dell'incontro in programma alle 18,30 in cui presenterà, in dialogo con Giuseppe Culicchia, La Russia non esiste (Mondadori 2023): ambientato tra il 1919 e il 1945, tra la Guerra Civile russa, lo stalinismo e la Seconda Guerra Mondiale, il romanzo segue l'involuzione della Russia attraverso gli occhi di un bambino che cresce e diventa adulto senza perdere la sua purezza interiore, nonostante le atrocità di cui è testimone e lui stesso partecipe.

Sipario sull'edizione 2023 di Licanìas a partire dalle 20,30, con i saluti finali e un prologo di Wine Fregula e Cassola, la kermesse autunnale che Neoneli dedica all'enogastronomia: protagonista lo chef e scrittore Tommaso Melilli, che presenterà un’anteprima di Un paese di cose e di genti, nato dalla sua partecipazione alla scorsa edizione della manifestazione; in programma degustazione di prodotti locali e dj set con Maurizio Pretta in arte Palitrottu.

Licanìas per bimbi e ragazzi

Come sempre a Licanìas ci saranno momenti dedicati anche ai più piccoli e ai giovanissimi. Ecco dunque il laboratorio "Un muro come tana" proposto dall'associazione Punti di vista, e due laboratori di composizione e disegno a cura dell'associazione culturale Lughene. Spazio anche per i libri e le letture con la scrittrice siciliana Nadia Terranova, che nel suo Il cortile delle sette fate sfida il muro dell'intolleranza; ed ecco poi Roberta Balestrucci, autrice di Il grande libro degli autobus, storie del mezzo di trasporto e dei suoi passeggeri illustrate da Alice Coppini, e di La città del muro, con le illustrazioni di Luogo Comune: un racconto ispirato a una storia vera della Berlino ancora divisa in due.

Tutti gli appuntamenti sono aperti al pubblico con ingresso gratuito. Per informazioni: 3335765304 • 3498751085 • www.licanias.it • facebook.com/licaniasfest • www.instagram.com/licaniasfest.

Il festival Licanìas è promosso dal Comune di Neoneli con il contributo della Regione Autonoma della Sardegna (Assessorato della Pubblica Istruzione, Beni Culturali, Informazione, Spettacolo e Sport) e della Fondazione di Sardegna, in rete con i festival Cabudanne de sos poetas, Forse alla luna, bab, Strangius, 7sere 7piazze 7libri, e in collaborazione con Unione dei Comuni del Barigadu, Comune di Samugheo, Comune di Ardauli, Comune di Nughedu Santa Vittoria, Comune di Ula Tirso, Comune di Bidonì, Comune di Sorradile, Comune di Fordongianus, Comune di Busachi, Istituto Comprensivo di Samugheo, Istituto Superiore "Mariano IV d'Arborea" – sede di Ghilarza, Sistema Bibliotecario del Barigadu, Casa Cultura – Biblioteca Comunale di Neoneli, Consulta Giovanile di Neoneli, Centro Servizi Culturali U.N.L.A. – Macomer, Centro Servizi Culturali U.N.L.A. – Oristano, Casa Reclusione di Oristano, Libreria Emmepi – Macomer, Libreria Chiara & Stefy – Ghilarza, Associazione Nati per Leggere, Associazione Lughenè, Associazione Cooperativa e Confronto, Associazione L.A.S.A.



DATI GEOGRAFICI
Nazione: Italy
Regione: Sardegna
Provincia: Oristano
Comune: Neoneli
IL PROGRAMMA NEL DETTAGLIO
giovedì 22 giugno


18:00 | Casa Cultura Inaugurazione LICANIAS - MURI

Servizio di interpretariato LIS/ita a cura di Giulia Petretto e Maria Paola Casula



18:15 | Casa Cultura

IL MURO (CHE IMPEDISCE DI ARRIVARE AI VERI MANDANTI)

Giovanni Bianconi, Un pessimo affare (Solferino 2022)

Dialoga con l’autore Giuseppe Culicchia



19:30 | Salone Corrale

inaugurazione della mostra IL MURO (DEGLI ANGELI)

Opere di Giusy Calia e Ruben Mureddu

A cura di Anna Rita Punzo

Servizio di interpretariato LIS/ita a cura di Giulia Petretto e Maria Paola Casula



21:30 | Casa Cultura

IL MURO (DELLA CECITÀ ATTRAVERSATO DALLA PAROLA – VITA E OPERE DI MERLCHIORRE MURENU)

A cura di Duilio Caocci (professore di letteratura sarda e italiana dell’Università di Cagliari)



22:00 | Casa Cultura

Poesia a bolu con i poetas Giuseppe Porcu e Diego Porcu, accompagnati dal Tenore S’Angelu di Neoneli


venerdì 23 giugno


10:00 | Casa Cultura

IL MURO (QUELLO DELLE CHIUDENDE ABBATTUTE. STORIA E MEMORIE DI UNO SPAZIO PUBBLICO)

A cura di Giampaolo Salice (storico dell’Università di Cagliari)


11:30 | Casa Cultura

IL MURO (CHE CI SEPARA DAGLI ULTIMI)

Eraldo Affinati, Il Vangelo degli Angeli (Harper & Collins 2021)

Dialoga con l’autore Giuseppe Culicchia


16:30 | Largo Margherita

IL MURO (SU CUI SONO APPESE LE FOTO RICORDO)

Ginevra Bompiani, La penultima illusione (Feltrinelli 2022)

Dialoga con l’autrice Giuseppe Culicchia


17:30 | Largo Margherita

IL MURO (D’ACQUA CHE È OGGI IL MEDITERRANEO E I SUOI SEGRETI)

Mario Tozzi, Mediterraneo inaspettato (Mondadori 2022)

Servizio di interpretariato LIS/ita a cura di Giulia Petretto e Maria Paola Casula


18:30 | Largo Margherita

IL MURO (ANZI: LE PARETI TRA CUI CI SIAMO RITROVATI RINCHIUSI)

Vasco Brondi, Paesaggio dopo la battaglia (La Nave di Teseo 2022)

Dialoga con l’autore Francesca Atzas

A seguire: una sorpresa musicale


22:00 | Piazza Barigadu

IL MURO (CHE NON DOVEVAMO SUPERARE)

Roberto Mercadini, Little Boy, storia incredibile e vera della bomba atomica


24:00 | Piazza Italia

Dopo Festival: SUUUPERFUNK!!! in concerto

Jim Solinas (hammond), Frankie B Goode (chitarra elettrica), Antonio Argiolas (batteria)


sabato 24 giugno


10:00 | Casa Cultura

IL MURO (DELLA SOLITUDINE)

Piersandro Pallavicini, Il figlio del direttore (Mondadori 2023)

Dialoga con l’autore Giovanni Cocco


11:30 | Casa Cultura

IL MURO (PORTANTE DI UNA VITA)

Gaia Manzini, La via delle sorelle (Bompiani 2023)

Dialoga con l’autrice Giuseppe Culicchia



16:30 | Largo Margherita

IL MURO (DI BERLINO)

Ingo Schulze, La rettitudine degli assassini (Feltrinelli 2022)

Dialoga con l’autore Giuseppe Culicchia

Traduce Stefano Zangrando



17:30 | Largo Margherita

IL MURO (DOVE ATTACCAVAMO I POSTER)

Gino Castaldo, Il cielo bruciava di stelle. La stagione magica dei cantautori italiani

(Mondadori 2023)

Dialogano con l’autore Nicola Muscas e Andrea Tramonte



18:30 | Largo Margherita

IL MURO (O MEGLIO: LE MURA DI UN CONVENTO NELLA ROMA DEL 1944)

Ritanna Armeni, Il secondo piano (Ponte alle Grazie 2023)

Dialoga con l’autrice Chiara Miscali



22:00 | Piazza Barigadu

IL MURO (MOLTO PIÙ DI UN DISCO)

Gino Castaldo, The Wall, un racconto per parole e video musicali della storia dei Pink Floyd fino alla costruzione di The Wall



24:00 | Piazza Italia

Dopo Festival: MALASORTI in concerto:

Emanuele Pittoni “Lele” (voce, percussioni)

Francesco Bachis (tromba, melodica, voce)

Francesco Medda “Arrogalla” (computer, dubmaster, voce)



domenica 25 giugno


10:00 | Casa Cultura

IL MURO (O MEGLIO: LE MURA ENTRO CUI ENNIO FLAIANO SI AGGIRA ANCORA PER ROMA)

Tommaso Pincio, Diario di un’estate marziana (Perrone, 2022)

Dialoga con l’autore Giuseppe Culicchia


11:30 | Casa Cultura

IL MURO (CONTRO MURO DI QUANDO CI SI FA LA GUERRA)

Mattia Signorini, Una piccola pace (Feltrinelli, 2022)

Dialoga con l’autore Giuseppe Culicchia


16:30 | Largo Margherita

IL MURO (DELLE LINGUE E DELLE FRONTIERE)

Silvia Ballestra, La Sibilla. Vita di Joyce Lussu (Laterza 2022)

Dialoga con l’autrice Danilo Lampis

Intervento musicale del Tenore di Neoneli

Servizio di interpretariato LIS/ita a cura di Giulia Petretto e Maria Paola Casula


17:30 | Largo Margherita

IL MURO (AL DI LÀ DEL QUALE BUSSA ALLA PORTA JACK TORRANCE CON UN’ACCETTA IN MANO)

Luca Briasco, Stephen King (Salani 2023)

Dialoga con l’autore Giovanni Cocco

18:30 | Largo Margherita IL MURO (AL DI LA’ DEL QUALE C’È LA RUSSIA)

Igor Sibaldi, La Russia non esiste (Mondadori 2023)

Dialoga con l’autore Giuseppe Culicchia



20:30 | Piazza Italia L’epilogo di LICANIAS: saluti finali



20:45 | Piazza Italia

Il prologo di WINE FREGULA E CASSOLA:

Tommaso Melilli, Un paese di cose e di genti (Licanias 2023)

con degustazione di prodotti locali e DJ set con Maurizio “Palitrottu” Pretta


LICANIAS BIMBI E RAGAZZI


giovedì 22 giugno


10:00 | Scuola Primaria

IL MURO (DELL’INTOLLERANZA)

Nadia Terranova, Il cortile delle sette fate (Guanda 2022)


venerdi 23 giugno

15:00 e 16:30 | Centro Storico

UN MURO COME TANA

laboratori a cura dell’Associazione Punti di Vista


sabato 24 giugno

10:00 | Casa Cultura

Roberta Balestrucci, La città del muro (Sinnos 2022)


16:30 | Casa Cultura

TACCUINO DI INSETTI – laboratorio composizione e disegno a cura dell’Associazione Culturale Lughene



domenica 25 giugno

10:00 | Casa Cultura

Roberta Balestrucci, Il grande libro degli autobus (Sinnos 2021)


16:30 | Casa Cultura

SGUARDI – laboratorio composizione e disegno a cura dell’Associazione Culturale Lughene


ARTI VISIVE:

Tutti i giorni del festival dalle ore 10:00 alle ore 22:00

Salone Corrale:


Mostra IL MURO (DEGLI ANGELI)

opere di Giusy Calia e Ruben Mureddu

A cura di Anna Rita Punzo
visibility
generic image refresh

Nickname


Cagliari Live si impegna a garantire sempre un' informazione pulita e indipendente, senza manipolazioni politiche o di interessi di parte. Cagliari Live non gode di sussidi statali o regionali, ma si mantiene grazie alle sponsorizzazioni pubblicitarie e grazie alle donazioni volontarie.Sostieni Cagliari Live con una libera donazione.

Richiedi Il tuo spazio pubblicitario

[banner pubblicità cagliari live ]

Mania Tv Produzioni video

Collagene di bellezza per pelle, capelli e unghie

Brodo d'ossa biologico da allevamento al pascolo


Realizzazione siti web www.sitoper.it
Il prodotto è stato inserito nel carrello

continua lo shopping
vai alla cassa
close
Richiedi il prodotto
Inserisci il tuo indirizzo E-mail per essere avvisato quando il prodotto tornerà disponibile.



Richiesta disponibilità inviata
Richiesta disponibilità non inviata
close
ACCEDI

visibility
NON SONO REGISTRATO

crea account
invia a un amico
icona per chiudere
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Informativa Privacy e Cookies
Privacy Policy
Cookie Policy
Informativa privacy aggiornata il 21/01/2022 09:48
torna indietro leggi Informativa Privacy e Cookies
 obbligatorio
generic image refresh