17 Maggio 2022
person
area privata
visibility
News

Sardegna e non solo, i siti patrimonio dell’Unesco

28-04-2022 17:10 - CURIOSITA' E TEMPO LIBERO
L’Italia è il paese con la maggioranza di siti Unesco al mondo, quindi è custode di un patrimonio artistico, paesaggistico e culturale non indifferente.
Un lungo viaggio che parte da lontano, per la precisione del 1979 e che arriva fino ai giorni d’oggi.
L’Unesco, Organizzazione delle Nazioni Unite per l'Educazione, la Scienza e la Cultura, è l’agenzia Onu che si occupa di preservare cultura e scienza a livello mondiale.
Ad oggi sono 1121 i siti preservati e inclusi nella lista distribuiti tra 167 paesi nel mondo: tra questi, 55 sono italiani. Da rimarcare che la Convenzione per la protezione del patrimonio culturale e naturale prevede di salvaguardare siti che siano di eccezionale valore artistico: una lisa vasta ed articolata che include al proprio interno non solo siti archeologici ma anche paesaggi completi, zone naturali, e finanche tradizioni culturali.

I siti patrimonio dell’Unesco

Come si diceva i siti italiani patrimonio dell’Unesco sono molteplici, divisi in modo più o meno equo dal nord al sud della penisola.
Ci sono i portici di Bologna, i cicli di affreschi del ‘1300 a Padova, l’Etna, Ivrea, i paesaggi vitivinicoli del Piemonte, le Dolomiti, le Necropoli etrusche solo per citarne alcuni.
Se si volesse poi restare sulla Sardegna sono due i siti patrimonio dell’Unesco inclusi nell’elenco: il Villaggio Nuragico di Barumini, “Patrimonio mondiale” e il parco Tepilora, Rio Posada e Montalbo, "Riserva della Biosfera.
Il centro storico di Roma è tutto quanto inserito nell’elenco, nei pressi della Capitale ci sono poi località come Villa d Este a Tivoli, Villa Adriana.
C’è il centro storico di Napoli, quello di Siena, la costiera Amalfitana, Pompei, Ercolano e Torre Annunziata.

Cosa vuol dire far parte dei siti dell’Unesco

Far parte di questo elenco di ‘beni’ vuol dire essere considerati siti di prestigio, di particolare valore culturale a livello mondiale; il che si traduce, molto più concretamente, in garanzia di maggiore protezione e tutela. Che comunque richiede anche diversi obblighi da portare avanti.
A tutto questo si aggiunge poi il grande prestigio di possedere, all’interno del proprio territorio, un patrimonio artistico di eccezionale valore universale, quindi particolarmente rappresentativo per la cultura mondiale.
Sono gli stessi paesi che possono presentare candidatura per richiedere inclusione di un sito all’interno di questa prestigiosa lista allegando descrizione, relative motivazioni e un dossier completo a corredo della richiesta.
L’Unesco, una volta ricevuta la domanda, procede a riconoscere lo status esclusivamente a un sito che abbia valore oggettivo sul piano culturale, scientifico ed educativo.

Redazione Cagliari Live Magazine



visibility
Nickname




[offerte di lavoro a Cagliari]
La tua estate al mare presso lo stabilimento balneare Altamarea Poetto Quartu
[]
Abbigliamento Sexy Per Ogni Occasione Speciale! Roby.ws
Victoria Beauty in Offerta Speciale! Roby.ws

Realizzazione siti web www.sitoper.it
close
ACCEDI

visibility
NON SONO REGISTRATO

crea account
invia a un amico
icona per chiudere
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Informativa Privacy e Cookies
Privacy Policy
Cookie Policy
Informativa privacy aggiornata il 21/01/2022 09:48
torna indietro leggi Informativa Privacy e Cookies  obbligatorio